Dolce & Gabbana a Napoli tra vicoli e Caffè

Dolce e Gabbana

NAPOLI- Una folla calorosa ha accolto gli stilisti Domenico Dolce e Stefano Gabbana, meglio conosciuti come “Dolce e Gabbana” tra i vicoli di San Gregorio Armeno, nel centro storico di Napoli.Le due star della moda celebreranno a Napoli i loro trent’anni di attività, con una testimonial d’eccezione: Sophia Loren, a cui sabato 9 luglio, nel cortile del Maschio Angioino, sarà conferita la cittadinanza onoraria dal sindaco Luigi de Magistris.Tanti applausi, selfie, caffè,omaggi dai maestri presepiai, e pizzaioli.“L’accoglienza dei napoletani è unica, non esiste in altre parti del mondo”, commenta Domenico Dolce.Una passeggiata, quella di D&G, anche per spazzare via le polemiche tra i commercianti, che in questi giorni saranno costretti a subire qualche disagio per permettere la sfilata nel centro cittadino.“La Napoli migliore sta vivendo questi giorni in cui Dolce e Gabbana hanno invaso la città con la loro moda così come devono essere vissuti giorni del genere in una città che è naturalmente aperta e potenzialmente in grado di vivere di turismo”.Lo ha detto il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, per il quale “chi continua a lamentarsi, offendendo anche i due stilisti che hanno deciso di portare a Napoli le celebrazioni per il trentennale della loro carriera, non ama la città e non si rende conto dei vantaggi che derivano da eventi del genere in grado di richiamare l’attenzione dei media di mezzo mondo”.“Comunque, l’importante è che a protestare sia solo una minoranza e che i veri napoletani stiano rispondendo come al solito, con simpatia e inventiva, e, infatti, stanno nascendo tanti omaggi spontanei, come lo striscione di Salvatore Iodice per Sofia Loren, le pizze di Gino Sorbillo, i dolci, i menù e tanto altro a tema” ha concluso Borrelli per il quale “è questa la Napoli che il Mondo ha sempre conosciuto e apprezzato, quella Napoli che fa dire a Sophia Loren che lei non è italiana, ma napoletana” 

CIALDE CAFFE A NAPOLI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*